L’Augusteum di Ercolano ‘rivive’

L’Augusteum di Ercolano ‘rivive’
all’Hermitage di San Pietroburgo

ercolano,augusteum,mosca,italia,scavi

Un reperto dell’Augusteum in mostra all’Hermitage

continua a leggere clicca su continua

In mostra nel prestigioso museo russo una quarantina di pezzi provenienti dal museo archeologico di Napoli e dagli scavi archeologici dell’antica città campana. Marmi, statue, affreschi e rilievi mai vista prima fuori dall’Italia che esaltano la bellezza dell’opera architettonica sepolta dalle ceneri del Vesuvio nel 79 d.C.

SAN PIETROBURGO –

Un pezzo d’arte antica nostrana, la grandiosa Basilica Augustea scavata ad Ercolano, torna in tutto il suo splendore in uno dei più importanti musei del mondo: l’Hermitage di San Pietrobugo, dove, fino al prossimo 12 febbraio, è esposta una prestigiosa mostra di marmi, statue, affreschi e rilievi mai vista prima fuori dall’Italia. Si tratta di circa quaranta di pezzi provenienti dal museo archeologico di Napoli e dagli scavi archeologici dell’antica città vesuviana.

Titolo della mostra, che cade nell’anno dello scambio culturale tra Italia e Russia, è ”Antichità da Ercolano”. Accanto alla ricostruzione archeologica, l’esposizione documenta anche l’impatto che ebbe nel mondo dell’antiquariato e della cultura settecentesca la riscoperta della città vesuviana, tanto da informare per lungo tempo il gusto delle aristocrazie europee. Nell’antichità l’imperatore romano Vespasiano si era reso conto della straordinaria importanza dell’Augusteum, tanto da finanziarne il restauro dopo il rovinoso terremoto del 62 d.C., cui successe nel 79 d.C. la fatale eruzione del Vesuvio che segnò la fine di Ercolano e Pompei.

L’Augusteo, più noto come la Basilica, era un edificio per il culto imperiale e ancora oggi rappresenta un piccolo enigma, essendo sepolto al margine dell’area degli scavi a cielo aperto che costituiscono oggi il parco archeologico di Ercolano.

A promuovere la mostra che riporta in auge, in Russia, reperti importanti dell’opera architettonica dell’antichità sono stati: il ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, l’Ambasciata d’Italia a Mosca, il Consolato Generale d’Italia a San Pietroburgo e il Museo Hermitage.

 

L’Augusteum di Ercolano ‘rivive’ultima modifica: 2011-12-19T18:00:00+01:00da ninkonanko
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.