Tag: david w. packard

Ampliamento scavi di Ercolano

ampliamento scaviIl Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo comunica l’avvenuta sottoscrizione dell’accordo con la ‘Fondazione Istituto Packard per i Beni Culturali’ per l’ampliamento del parco archeologico di Ercolano e il miglioramento dei confini tra sito archeologico e città.
I firmatari dell’intesa sono il MiBACT, la ‘Fondazione Istituto Packard per i Beni Culturali’, il Ministero per la Coesione Territoriale e il comune di Ercolano.
L’accordo raggiunto prevede l’ampliamento del parco archeologico di Ercolano attraverso l’acquisizione di un’area di mq 5.171 posta a nord ovest degli scavi, la demolizione di immobili fatiscenti, con la relativa recinzione delle superfici e messa in sicurezza della zona e la riqualificazione, a cura del Comune di Ercolano, dello spazio compreso tra Via Cortili e Via Mare posto al confine nord ovest degli scavi.

«Il grande impegno della Fondazione Packard a Ercolano è la dimostrazione di quanto pubblico e privato possano collaborare, in un contesto di regole chiare e condivise, nell’interesse della tutela del bene comune. Quello di oggi è un passo importante per la piena valorizzazione del sito di Ercolano, patrimonio archeologico straordinario». Ancora una volta a parlare è Ministro Massimo Bray, a chiusura di una giornata “storica” per un altro pezzo della cultura italiana.
È stato siglato oggi, infatti, un accordo tra il MiBACT con la Fondazione Istituto Packard, il comune di Ercolano e il Ministero per la Coesione territoriale, per l’ampliamento e la gestione, da parte di Packard, di una nuova fetta di scavi ad Ercolano, qualcosa come oltre 5mila metri quadrati a nord ovest degli attuali scavi, che avrà nelle clausole anche la demolizione di immobili fatiscenti presenti sul terreno .Le parti si impegnano ad attuare i contenuti dell’accordo secondo il principio di leale collaborazione utilizzando strumenti di semplificazione amministrativa e di snellimento dei procedimenti di decisione e di controllo e a procedere periodicamente alla verifica dello stato di attuazione dell’accordo, adottando d’intesa gli eventuali aggiornamenti. Si precisa inoltre la volontà di realizzare gli obiettivi del presente accordo, favorendo anche il coinvolgimento di soggetti pubblici o privati e informando e coinvolgendo la comunità locale, affinché possa partecipare all’iniziativa con propri contributi e suggerimenti.

Il mecenate Packard ha salvato l’antica Ercolano

Il mecenate Packard ha salvato l’antica Ercolano  Merito di un mecenate: David W. Packard, figlio del cofondatore del colosso dell’informatica Hp e presidente del Packard humanities institute … …continua a leggere clicca su continua. Sedici chilometri da Pompei, stessa Soprintendenza ma altra musica nella conservazione e negli interventi di restauro: l’antica Ercolano è oggetto di…